Schermata 2016-10-27 alle 20.39.02.png

In questo evento sono state presentate 3 principali cose importanti, l’accessibilità, la nuova app per Apple TV, chiamata TV e il nuovo Mac Book Pro.

Accessibilità

L’accessibilità, è un’opzione migliorata, per persone con disabilità, che posso usufroire di questi prodotti, nel modo più intuitivo e semplice che mai.

Schermata 2016-10-27 alle 20.47.48.png

Apple ha fatto questo nuovo sistema molto migliorato per ogni singola persona, quindi anche persone diversamente abili. Come ha detto la stessa Apple, non a progettato prodotti solo per alcune persone o anche per la maggiorparte delle persone, ma per ogni singola persona.

App Allenamento (Workout App)

Ogni tipologia di attività, per persone disabili, per esempio con l’Apple Watch, che ora ha un nuovo algoritmo progettato esclusivamente per le persone sulle sedie a rotelle. Invece di fare semplici passeggiate, le app di allenamento e attività tracciano le tue spinte e ti mantengono motivato.

Controllo degli interrutori (Switch Control)

La funzione Switch Control sul  Mac, permette di cambiare controllo permettendo di usare controlli, un joystick, o un’altro dispositivo adatto per controllare quello che c’è sullo schermo.

Ascolto in diretta (Live Listen)

La funzione Live Listen per iPhone, permette di usare apparecchi acustici fatti per iPhone e per ascoltarti anche quando si è in luoghi particolarmente rumorosi. Se sei vicino a delle persone che stanno parlando, puoi muoverti con il tuo iPhone e il microfono integrato raccoglierà quello che stai dicendo.

VoiceOver

Il VoiceOver è una funzione che ti permette di toccare sullo schermo dell’iPhone e quindi su di un bottone (per esempio per scattare una foto, su di un’app e altro) e il tuo iPhone ti dirà che cosa stai toccando.

Schermo parlante (Speak Screen)

Con questa funzione, il tuo iPad, iPhone o Mac ti leggerà quello che tu avrai deciso di selezionare (come ad’esempio un libro sull’app iBook).

Applicazione TV

La nuova applicazione TV (solo disponibile per gli Stati Uniti) a partire da Dicembre, è un’app che ti permette di vedere la TV in modo mai fatto prima. L’app TV, un posto per guardare quello che ami e quello che amerai, potrai vedere serie televisive e film, per tutto il pubblico sia adulto che no, o potrai vedere le collezioni di tutte le tue serie o film in un’unico luogo.

Schermata 2016-10-27 alle 21.29.18.png

Mac Book Pro

Schermata 2016-10-27 alle 21.35.53.png

Questa è una settimana molto importante per Apple, perché sono trascorsi 25 anni dal primo MacBook.

_MG_2079.jpg

Primo computer portatile Apple – PowerBook 170

Apple fino ad’oggi ha sempre innovato i suoi Mac. Il primo notebook, il primo trackpad, il primo design unibody in alluminio, il primo Mac con flash storage, il primo Retina Display in un notebook e molto altro. Per 25 anni ha definito e ridefinito quello che un portatile può fare. Oggi Apple lo ha rifatto di nuovo!

 

I nuovi Mac Book Pro da 13 e 15 pollici, si presentano con un design in alluminio, con due soli colori disponibili, la classica Silver e la nuova Space Gray, vista nei MacBook. Sono stati interamente rivisatati con nuovo spessore, sottigliezza, peso e dimensione, mantenedo le stesse dimensioni dei display, 13 e 15 pollici.

TouchBar.png

La novità che ci rende molto entusiasti noi utenti Mac e non, è la nuova TouchBar. La nuova TouchBar è una barra con Retina Display multitouch che potremo utilizzare con più dita contemporaneamente.

Le funzioni che offre la TouchBar sono veramente tante:

  • Quando apriamo l’app Foto, possiamo tramite la TouchBar muoverci tra tutte le foto semplicemente trasciando il dito da una parte all’altra tra le immagini che ci sono sulla TouchBar o anche i video, possiamo muoverci andando alla parte che più ci interessa semplicemente muovendoci su di esso.
  • Con l’app Safari, possiamo scegliere tra i nostri siti preferiti, o aggiugerne di nuovi tra la navigazione, semplicemente tramite l’apposito tasto e possiamo anche muoverci in modo veloce tra un pannello e l’altro.
  • Quando siamo all’interno dell’app Final Cut Pro, ci si può muovere all’interno del progetto e avere una vista interattiva della timeline.
  • Quando siamo nell’app Mail, potrete scegliere un’emoji, dare un tocco più espressivo alle proprie mail e anche comporre un messaggio rapido con i suggerimenti.
  • Con l’app Keynote possiamo cambiare colore al testo o possiamo anche sfogliare le miniature a tutto schermo.
  • Possiamo personalizzarci la TouchBar a modo nostro, e possiamo scegliere quali pulsanti tenere o meno.

Schermata 2016-10-27 alle 23.11.25.png

Caratteristiche

La grafica del nuovo Mac Book Pro è fino al 130% più veloce del precedente, TurboBoost fino a 3,8GHz, unità SSD fino al 100% più veloce e fino a 10 ore di autonomia.

Schermata 2016-10-27 alle 23.16.06.png

Con la nuova GPU Radeon Pro che offre performance fino al 130% più veloci rispetto al precedente modello, scheda grafica dedicata, è prodotta con un’innovativa tecnologia a 14 nanometri e fornisce una potenza di elaborazione in watt fino a 2,5 volte superiore. Anche sui modelli da 13 pollici, la grafica integrata è il 103% più veloce rispetto ai modelli precedenti; tutto merito dei 64MB di DRAM incorporata. Sul Mac Book Pro da 15″, hai il 57% di velocità di rendering dei titoli 3D rispetto ai precedenti che era in linea base, con la grafica 3D e quindi, le performance 3D in tempo reale sono più veloci del 130% e con i giochi è più veloce fino al 60%.

MBP13.png

Intel Iris Graphics 550


MBP15.png

Radeon Pro 460

Performance

P.png

Performance

Autonomia

Una batteria che ti dura tutto il giorno. Puoi riprodurre film su iTunes e navigare sul web, con entrambi i modelli 13″ e 15″, ti danno fino a 10 ore di puro utilizzo.

Schermata 2016-10-27 alle 23.41.16.png

Autonomia

Ventole

Con una nuova innovazione nelle ventole, eliminano il calore in modo più efficente rispetto ai precedenti e aumenta la circolazione dell’aria quando il carico dell’aria si fa più pesante; per esempio quando si monta video, si gioca o trasferisce file di grandi dimensioni, il tutto con il meno rumore possibile, e sul modello da 15″, ci sono le ventole con pale alternate, con disposizione asimmentrica e un design completamente innovativo, il rumore è fortemente ridotto.

Schermata 2016-10-27 alle 23.48.28.png

Tecnologia con le pale alternate

Colori

Il nuovo display retina del Mac Book Pro è il migliore mai visto su un notebook Mac. Retroilluminazione LED più brillante e contrasto più forte, con neri più profondi e bianchi più luminosi. Con un’apertura maggiore dei pixel e alla frequenza di refresh variabile, l’efficenza energetica è migliorata rispetto alla versione precedente. Fino a 500 nit di luminosità, 25% di colori in più rispetto allo spazio colore sRGB e un contrasto più elevato del 67%.

Schermata 2016-10-27 alle 23.50.38.png

Schermata 2016-10-27 alle 23.58.19.png

Spazio cromatico P3

Audio

Gli altoparlanti sono stati ridisegnati da zero, fino al doppio della gamma dinamica, fino al 58% in più di volume e i bassi 2,5 volte più potenti. Mac Book Pro è anche la scelta migliore per mixare tracce quando si è in giro, montare video direttamente sul set e guardare film come se fossi al cinema.

Schermata 2016-10-27 alle 23.59.38.png

Tastiera e trackpad

Tasti fino a 4 volte più stabili e trackpad grande il doppio.

Thunderbolt 3

La tecnologia Thunderbolt 3 unisce un’incredibile larghezza di banda alla versatilità dello standard USB-C, si possono trasferire dati fino a 40 Gbps, supporta fino a 2 schermi a 5K e 2 sistemi RAID, ricarica e alimentazione da qualsiasi porta e fino a quattro porte Thunderbolt 3.

Schermata 2016-10-28 alle 00.04.06.png

Schermata 2016-10-28 alle 00.08.23.png

Prezzi

13".png

 

I prezzi partono per il modello da 13″ senza TouchBar e TouchID, va da 1.749€, processore 2,0GHz dual-core Intel Core i5 e archivazione 256GB, invece con TouchBar e TouchID va sui 2.099€ con processore da 2,9GHz dual-core Intel Core i5 e archivazione 256GB e infine per il modello con sempre il TouchID e TouchBar, con processore da 2,9GHz dual-core Intel Core i5 e archivazione da 512GB va sui 2,299€. Invece per i modelli solo con TouchID e TouchBar da 15″ uno, con processore da 2,6GHz quad-core Intel Core i7 e archivazione 256GB va sui 2,799€ e invece quello con processore da 2,7GHz quad-core Intel Core i7 e archivazione da 512GB va sui 3,299€ il tutto nelle seguenti immagini:

Schermata 2016-10-27 alle 21.58.24.png

Modello 13 Pollici senza TouchBar e TouchID

 

Schermata 2016-10-27 alle 21.58.50.png

Modello da 13″ con TouchBar e TouchID

Schermata 2016-10-27 alle 21.58.59.png

Schermata 2016-10-27 alle 21.59.07.png

Modello da 15″

Schermata 2016-10-27 alle 21.59.14.png

 

 

 

nuovo-MacBook-Pro-2016-in-un-concept-di-Martin-Hajek.jpg

Oramai era già da tempo che vociferavano voci, ma ora c’è la conferma ufficiale. L’evento Apple per i nuovi Mac si terrà il 27 Ottobre alle ore 7:00 presso l’Apple Campus di Cupertino

Schermata 2016-10-20 alle 16.19.07.png

Una cosa che si rivela una curiosità, è il fatto che il nome dell’evento – hello again – riprende una frase storica.

hello-again-imac.jpg

apple-ceo-tim-cook-proud-be-gay-opens-support-lgbt-issues.jpg

Tim Cook è stato apparentemente considerato come vice presidente per la Hillary Clinton, secondo una nuova email rilasciata da WikiLeaks.

Scritto dalla campagna della Clinton, il presidente John Podesta, l’email include un numero di profili alti, di nomi, propagati come candidati vice presidenziali, includendo il co-fondatore della Microsoft Bill Gates e l’ex candidato democratico presidenziale Bernie Sanders.

L’email prende la forma di essenzialità, una lunga lista di nomi, con una nota, “prima taglio di persone da considerare VP (Vice Presidenti).”. Non è ben conosciuto quanto Tim Cook verrà considerato, ma è un forte supporto della Clinton durante la sua campagna.

L’ultimo mese, si è unito con il fondo della Hillary per ospitare una raccolta fondi, con biglietti che vanno a costare sui 50,000$. Cook è stato politicamente molto coinvolto durante questo tempo come CEO Apple, in un modo che mai è stato visto da John Sculley come esecutore CEO alla Apple. E’ interesstante notare che Sculley era stato considerato un vice presidente della Clinton (Bill Clinton, in questa istanza!), ma da quanto riferito, eliminato perché era stato due volte divorziato.

Mentre la Apple non ha ufficialmente supportato altri party durante questi anni di cicli di elezioni (attraverso questo non una pubblica caduta con Donald Trump sulla politica della privacy), l’azienda ha dato alla Clinton un tempo di trasmissione su Apple Music con l’esclusiva intervista con Mary J. Blige, disponibile per i soli iscritti.

Risulta molto interessante però, che non è la prima volta che il nome di Cook sia stato notato nella recente rivelazione su WikiLeaks a riguardo della Clinton. Nel precente messaggio evidenziato dall’analisi Apple Philip Elmer-DeWitt, Cook si era incontrato con lo staff della Clinton lo scorso anno.

L’email è stata riportata in basso. I nomi menzionati includono Podesta, il formatore esecutivo della Google e l’attuale CTO della Clinton Stephanie Hannon, capo della raccolta fondi Lindsay Roitman, e Erika Rottenberg, consiglere generale di LinkedIn.

 

Schermata 2016-10-18 alle 19.06.33.png

 

Fonte: WikiLeaks

stevejobs1_0.jpg

Oggi è il quinto anniversario dalla morte di Jobs, il co-fondatore di Apple e rimasto nel cuore di tutti noi ma anche nel DNA dell’azienda, continuando a creare prodotti rispettando la filosofia secondo la quale i dispositivi elettronici devono migliorare e semplificare la vita dei consumatori.Steve-Jobs-1955-2011.jpg

Tim Cook ha voluto ricordare Steve con un Tweet:

“Most important, have the courage to follow your heart and intuition.” Remembering Steve and the many ways he changed our world. https://twitter.com/tim_cook/status/783662822819401728

1. Apple

open_graph_logo.png

 

Al primo posto c’è l’azienda californiana, la Apple, che si aggiudica il primo posto con un valore di 154,1 miliardi di dollari.

2. Google

domus-01-google.jpg

Il secondo posto se lo aggiudica la Google, azienda californiana, con un valore di 85,2 miliardi di dollari.

3. Microsoft

Unknown.png

 

Il terzo posto se lo aggiudica l’azienda di Washington, con un valore di 75,2 miliardi di dollari.

4. Coca-Cola

coke-logo-19.jpg

 

Al quarto posto si piazza l’azianda che produce la più famosa e conosciuta bevanda, la Coca-Cola, con un valore di 58,5 miliardi di dollari.

5. Facebook

facebook_2015_logo_detail.png

 

Il quinto posto è per Facebook, con 52,6 miliardi di dollari.

6. Toyota

wpid-d6798683e96fb30f9ae914872e3aacf5.jpg

Toyota, si aggiudica il sesto posto, con un valore di 42,1 miliardi di dollari.

7. IBM

IBM-banner.jpg

 

Al settimo posto si piazza IBM, con un valore pari a 41,4 miliardi di dollari.

8. Disney

Walt-Disney-Logo.jpg

All’8 posto si piazza Disney, con un valore di 39,5 miliardi di dollari.

9. McDonald’s

Mcdonalds.jpg

 

Al nono posto si pizza McDonald’s con un valore di 39,1 miliardi di dollari.

10. GE

General_Electric_logo.svg.png

Al decimo posto si piazza la General Electric, con un valore di 36,7 miliardi di dollari.

Fonte: Forbes

 

Foto: Apple

Oggi 4 ottobre 2016 Siri compie 5 anni dalla sua comparsa. Siri fu’ stato introdotto il 4 ottobre 2011. Siri è l’assistente vocale presente sugli iDevice. Siri era uno degli ultimi progetti di Steve Jobs in cui è stato fortemente coinvolto, nel mentre la sua salute era peggiorata. Comunque l’intelligenza degli assistenti vocali a origini negli anni 1980 Apple R&D iniziativa che prese posto dopo che Jobs lasciò la compagnia.

IMG_0084.jpg

In questa guida verrai guidato nella chiusura forzata delle applicazioni. Se capita a qualcuno di una o più app che si possano bloccare e quindi rendersi inutilizabili, la possibilità c’è. Prima, con watchOS 1 e 2, per chiudere le applicazioni in modo forzato bastava clickare due volte sul bottone sotto la corona digitale, invece ora il processo è leggermente diverso.

Tre passi per forzare la chiusura delle applicazioni:

  1. Aprire l’app che vuoi poi forzarne la chiusua.
  2. Premere e mantenere premuto il bottone sotto la corona digitale, fin quando non ti verrà chiesto di spegnere o chiamare il numero di emergenza.
  3. Premere la corona digitale e l’app uscirà in modo forzato.
  4. Se non si risolve la chiusura forzata in questo modo, rimuovere e reinstallare l’app oppure riavviare il dispositivo.