Apple durante l’evento di oggi a presentato il nuovo iPad Pro completamente ridisegnato, con il supporto alla nuova Apple Pencil magnetica.

ipad_pro_2edcb622_large

Foto: Apple

Il nuovo iPad Pro con la porta USB-C e non più la porta lightning, che permetterà di collegare dispositivi esterni per importazione di foto da altri device, fotocamere e videocamere, nonché ricaricare il proprio iPhone! L’iPad potrà essere collegato ad un monitor 5K.

ipad-rotate_endframe__4c3qbjskaiaq_medium

Addio tasto Home! ora si farà come su iPhone, swipe up per sbloccare o tramite riconoscimento facciale, il Face ID. Si potrà effettuare pagamenti dal proprio iPad, e la nuova Apple Pencil, che integra il supporto alle gesture.

home_button_replaced_pencil__fi0di4sg6niq_large

 

Disponibile in due colorazioni, argento e grigio siderale, sarà disponibile per l’acquisto da oggi. L’iPad parte da 64 GB di storage, fino a 1 TB (terabyte) di storage.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Caratteristiche

iPad Pro 11″

I modelli Wi-Fi e Wi-Fi + Cellular pesano entrambi 468 grammi.

Display Multi Touch Liquid Retina con 2388×1668 pixel a 264 ppi.

iPad Pro 12,9″

Il modello Wi-Fi pesa 631 grammi mentre il modello Wi-Fi + Cellular pesa entrambi 633 grammi.

Display Multi Touch Liquid Retina con 2732×2048 pixel a 264 ppi.

Chip

Entrambi i modelli montano il Chip A12X Bionic con architettura a 64 bit, con il Neural Engine e Coprocessore M12 integrato.

Fotocamera

Fotocamera da 12 MP in ambo i modelli, apertura del diaframma ƒ/1.8, 5X di zoom ottico, monta il sensore BSI (backside illumination), con Flash True Tone quad-LED.

Registrazione Video

Registrazione video 4K a 30 fps o 60 fps, video HD (1080p) a 30 fps o 60 fps e video HD (720p) a 30 fps.

Prezzi

 

iPad Pro 11″

  • 64 GB -> € 899 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 256 GB -> € 1.069 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 512 GB -> € 1.289 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 1 TB -> € 1.729 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)

 

iPad Pro 12,9″

  • 64 GB -> € 1.119 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 256 GB -> € 1.289 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 512 GB -> € 1.509 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)
  • 1 TB -> € 1.949 (+ 170 € per Wi-Fi + Celluar)

 

Apple

Gli Apple Store online sono chiusi in vista dell’evento che si terrà oggi alle ore 15:00 italiana, mentre alle ore 10 a.m EDT.

Siamo pronti ad aspettarci non solo la stella dell’evento di oggi, l’iPad Pro X ma anche un nuovo Mac Mini Pro con forse una nuova tastiera con TouchBar e Touch ID e l’Apple Display.

Tim Cook

Tim Cook è stato oggi a sorpresa all’Apple Store di Milano per il lancio dell’iPhone XR

Tim Cook ha twittato dicendo che Milano è una delle sue città preferite, e augura a tutti di godersi il nuovo iPhone  …

Tra foto e tutti che vogliono farsi un selfie, c’è anche un video pubblicato da Settebit.

apps_large

Foto: Apple

Secondo quanto riferito da un Tweet di Craig Federighi Senior Vice President, Software Engineering di Apple, la linea degli iPad Mini non verrà tolta, e continueranno a produrre gli iPad Mini.

Schermata-2018-10-24-alle-08.16.09.png

In vista dell’evento che si terrà il 30 Ottobre a Brooklyn, nella città di New York, vedremo forse anche un iPad Mini 5, oltre al nuovo iPad X, Apple Pencil 2, aggiornamento della linea Mac e iMac e forse il nuovo Mac Mini Pro e una possibile ma non ancora certa, anticipazione del nuovo Mac Pro.

iPad Mini

Sono oramai alcuni anni che Apple non aggiorna la linea di iPad Mini. Secondo quanto ha riportato Ming-Chi Kuo, Apple dovrebbe lanciare, in vista dell’evento che si terrà la prossima settimana, un nuovo iPad Mini con un nuovo processore e un nuovo pannelo a basso costo.

Mac

In vista dell’evento, secondo quanto riferisce Kuo, Apple introdurrà un notebook low-cost e aggiornerà la linea dei MacBook, iMac e Mac Mini.

 

design_large

AirPower e AirPods

Secondo Kuo, Apple dovrebbe lanciare entro la fine del quarto trimestre 2018 o agli inizi del 2019, l’AirPower, la basetta di ricarica Wireless per caricare fino a tre device, iPhone, Apple Watch e le AirPods.

Le AirPods 2 dovrebbero integrare un nuovo chip che permetterà di pronunciare la parola chiave “Hey Siri”, come su tutti gli altri dispositivi Apple.

podkladka_airpower_apple-768x601

Apple annuncia oggi un nuovo programma di formazione di programmatori Swift in Francia in collaborazione con l’impresa sociale Simplon, uno dei principali fornitori di formazione professionale in Francia. Il programma permette di far familiarizzare gli apprendisti nel mondo della programmazione Swift e in tutto l’ecosistema Apple, per lo sviluppo di applicazioni per il mondo mobile, permettendo, una volta svolta la formazione, permetterà di trovare un impiego nel settore dello sviluppo di app, settore sempre in forte crescita.

Lanciato a Parigi e a Lione, nel 2019, il programma sarà esteso in altri siti in Francia, a beneficio di oltre 1600 persone nei primi due anni.

Apple-coding-program-Paris-and-Lyon-10232018

“Noi conosciamo l’impatto dell’apprendimento del codice sugli utilizzatori di tutte le età, fornendo gli strumenti essenziali per contribuire ai lavori di oggi e domani”, ha detto Tim Cook il CEO di Apple. “Siamo entusiasti di lavorare con Simplon e speriamo che questo nuovo programma possa aprire le porte a persone di tutte le età e background,  per assumere posizioni entusiasmanti nello sviluppo del Software.”

I dati della Commissione europea mostrano che 9 posti di lavoro su 10 richiederanno competenze digitali. Secondo il Consiglio di orientamento per l’occupazione, attualmente ci sono 80 000 lavoratori nei settori dell’elettronica e dei computer in Francia.

L’economia delle app iOS attualmente impiega 220 000 persone in Francia e sviluppatori come FoodvisorMolotov e My Little Paris hanno generato più di 1,3 miliardi di euro di vendite fino ad oggi nell’App Store di tutto il Mondo.

“Riteniamo che il coding sia la leva maggiore per aiutare le persone a cambiare il loro destino”, ha affermato Frédéric Bardeau, presidente di Simplon. “Attraverso questa partnership, Simplon offre un’incredibile opportunità per migliorare le opportunità di lavoro degli studenti aggiungendo lo sviluppo di applicazioni mobili e le competenze UX/UI molto richieste nel mondo del lavoro”.

L’esculsivo programma di quattro settimane della Fondazione, progettato di ingegneri del Software Apple ed esperti di formazione, integrerà il programma di sviluppo Web di Simplon per un periodo di sette mesi.

 

Apple fornirà inoltre a Simplon, il supporto per formazione degli insegnanti, fondi per reclutare insegnanti e l’accesso all’uso di Mac, iPhone e iPad per tutti gli studenti del programma. Inoltre, gli studenti avranno l’accesso al programma di studio di Apple, Everyone can Code, per migliorare e sviluppare le proprie capacità di coding.

Fonte: Apple

Oggi sono finalmente disponibili gli iPhone XR per il preordine dallo store online o tramite l’app Apple Store sui dispositivi iOS.

L’iPhone XR ha un display LCD da 6,1 pollici con una risoluzione pari a 1792×828, singola fotocamera, meno resistenza all’acqua e una cornice in alluminio, Haptic Touch e LTE Advanced.

iPhoneXr-Pre-Order_Black-White-Blue_10172018.jpg

Gli iPhone XR sono disponibili nelle seguenti colorazioni:

  • bianco
  • nero
  • blu
  • corallo
  • giallo
  • rosso (PRODUCT) RED.

iPhoneXr-Pre-Order_Games-Graphics_10172018

Il display è un display LCD edge-to-edge, come per l’iPhone XS e XS Max con Notch, e fotocamera True Depth, con le cornici leggermente più larghe.

L’iPhone XR ha lo stesso sensore di riconoscimento facciale Face ID come su iPhone XS e XS Max, è dual-SIM e non ha il tasto Home come tutta la linea di iPhone nel 2018 e monta il Chip A12.

Il preordine sarà disponibile nei seguenti paesi:

  • Albania
  • Andorra
  • Australia
  • Austria
  • Belgio
  • Bahrain
  • Bosnia
  • Bulgaria
  • Canada
  • Cina
  • Croazia
  • Cipro
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Italia
  • Grecia
  • Groenlandia
  • Guernesy
  • Erzegovina
  • Hong Kong
  • Ungheria
  • Islanda
  • India
  • Irlanda
  • Isola di Man
  • Giappone
  • Jersey
  • Kosovo
  • Kuwait
  • Latvia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Macedonia
  • Malta
  • Malesia
  • Messico
  • Montenegro
  • Olanda
  • Nuova Zelanda
  • Norvegia
  • Oman
  • Polonia
  • Portogallo
  • Porto Rico
  • Qatar
  • Romania
  • Russia
  • Arabia Saudita
  • Singapore
  • Serbia
  • Slovacchia
  • Sud Africa
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Taiwan
  • Taliandia
  • Emirati Arabi Uniti
  • Inghilterra
  • Stati Uniti
  • Isole Vergini Americane

iphonexr-pre-order_liquid-retina-display_10172018

Il costo dei nuovi iPhone XR con le rispettive capacità è di:

  • 64 GB  – € 889,00
  • 128 GB – € 949,00
  • 256 Gb – € 1,059

Apple ha mandato gli inviti ai giornalisti per l’atteso evento che si terrà il 30 ottobre a Brooklyn all’Howard Gilman Opera House a New York.

Non è molto chiaro ma interessante, quando viene ricaricata la pagina dell’evento, il logo cambia continuamente per un totale di nove differenti loghi Apple, con differenti grafiche. La cosa è molto curiosa, staremo a vedere cosa significa tutto questo durante l’evento.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’evento si terrà alle ore 10:00 a.m PDT locale, ore 7:00 EDT, mentre alle 15:00 CET.

L’evento si potrà seguire live dalla Apple TV o dal sito ufficiale.

Il top security chief di Apple ha parlato Domenica 7 ottobre al Congresso degli Stati Uniti, riferendo che non ha trovato alcun indizio di trasmissioni sospette o altre evidenze sulle catene di fornitura in Cina che siano state compromesse (tramite Reuters).

the-big-hack-bloomberg-800x505

In una lettera al Senato e al Comitato di Commercio interno, il Vice Presidente della Apple per la sicurezza informatica George Stathakopoulos ha scritto che l’azienda ha ripetutamente indagato e non ha trovato alcuna evidenza per supportare Bloomberg Businessweek’s bombsheel report su questi presunti minuscoli chip all’interno dei server di Apple, nel quale consentiva la trasmissione di backdoor alle spie Cinesi.

“Gli strumenti di sicurezza proprietari di Apple hanno continuamente effettuato analisi per fare un check sul traffico fuori banda, per verificare l’esistenza di malware o altre attività sospette. Non è stato trovato nulla,” Lui scrive in una lettera fornita a Reuters.

Stathakopoulos ha ripetuto le dichiarazioni di Apple alla stampa che non avrebbe trovato alcun chip impiantato o che sia stato contattato dall’FBI sulla presunta questione. La lettera segue una dichiarazione rilasciata di Sabato dal U.S. Department of Homeland Security dicendo che non c’era motivo di dubitare delle aziende che negavano di aver mai scoperto la presenza di un minuscolo chip.

Apple, Amazon e Supermicro hanno fortemente confutato la relazione nel quale afferma che l’Intelligence Cinese abbia impiantato dei microchip nei server di Supermicro, nel quale Apple e Amazon hanno precedentemente usato i loro data center.

Nonostante sia stato negato, che sono stati sostenuti anche dall’agenzia nazionale per la sicurezza informatica del Regno Unito, il consigliere generale Apple in pensione Bruce Sewell e altri dirigenti senior non nominati di Apple, Bloomberg ha dichiarato di mantenere il suo rapporto fino a Venerdì, ma non ha risposto alle richieste di commento di Domenica.

Fonte: Reuters