Apple, Amazon, Google e Zigbee Alliance hanno annunciato un gruppo di lavoro dove pianificheranno e promuoveranno l’adozione di un nuovo standard basato sulla connettività IP per i dispositivi della casa smart, focalizzandosi sull’incrementare la compatibilità, sicurezza e semplificare lo sviluppo per i produttori.

Membri del consiglio di amministrazione di Zigbee Alliance, aziende come IKEA, Legrand, NXP Semiconductors, Resideo, Smart Things, Schneider Electric, Signfy, Silicon Labs, Signfy e Wulian, contribuiranno al progetto.

Il progetto, così chiamato “Project Connected Home over IP”, ha lo scopo di rendere semplice la produzione dei dispositivi, per costruire dispositivi che siano compatibili per la Smart Home e Voice (dispositivi intelligenti), come Siri, Alexa, Google Assistant e altri, definendo uno specifico insieme di tecnologie di reti IP, per la certificazione dei dispositivi.

Il nuovo standard incorporerà tecnologie smart esistenti, come HomeKit e Google Weave e Thread:

“Stiamo contribuendo con due delle nostre tecnologie market-tested e open-source per la casa intelligente, Weave e Thread. Entrambe sono basate sull’IP e sono integrate su milioni di case, in tutto il Mondo. Weave è un protocollo a livello di applicazione, funziona su varie reti, come Thread, Wi-Fi, Bluetooth Low Energy (BLE) e anche i dati cellulare. Il tutto funziona anche su differenti reti, Weave permette a tutti questi dispositivi di funzionare in modo del tutto sicuro, tra i vari dispositivi”

Il nuovo standard sarà open source e royalty free, con il codice sorgente gestito su GitHub.

Seguimi sui social

📰 Leggi gli ultimi articoli

🎯 Scopri le offerte imperdibili

📩 Twitter

📺 YouTube

📩 Facebook

📩 Instagram