La U.S. Federal Trade Commission ha votato per l’approvazione di un pagamento, che Facebook, il colosso americano, social network di Mark Zuckerberg, nella quale Facebook dovrà pagare una maxi-multa da 5 miliardi di dollari per lo scandalo legato alla privacy, su Cambridge Analytica.

Foto: Cambridge Analytica

Foto: Cambridge Analytica

La questione è stata spostata verso la divisione civile del Dipartimento di Giustizia e non è ben chiaro quanto tempo servirà per finalizzare la questione. I controlli del Dipartimento di Giustizia sono parte delle procedure della FTC (Federal Trade Commission), ma solitamente il risultato di una decisione presa della FTC.

La soluzione includerà altre restrizioni governative su come Facebook tratta la privacy degli utenti. I termini aggiuntivi dell’accordo non potranno essere appresi nell’immediato.

Lo scandalo riguarda i dati l’azienda Cambridge Analytica, dove venivano memorizzati i dati di decine di milioni di utenti Facebook, senza il loro consenso, per la creazione di annunci politici mirati, durante le campagna del 2016.

Foto: Facebook

Foto: Facebook

La raccolta dei dati arriva tramite un’applicazione chiamata “This is your Digital Life” che tradotto significa “Questa è la tua vita digitale”, nella quale richiedeva agli utenti di completare il sondaggio per un uso accademico. In realtà, i permessi delle applicazioni permettevano di raccogliere le informazioni personali, non solo degli utenti Facebook che hanno compilato il sondaggio, ma anche degli amici.

Facebook ha rinnovato le pratiche sulla privacy, in funzione dello scandalo, ma l’azienda è tutt’ora sotto indagine, le autorità di regolamento su molteplici problemi di sicurezza e hanno segnato un significativo momento di sforzi per aumentare la consapevolezza sulla privacy digitale.