In questo evento Google sono state presentate novità molto interessanti, sia per quanto riguarda il software e anche a livello hardware.

Ricerca Google, Google Assistant, Lens e altro

Google Assistant è stato aggiornato e offre novità molto interessanti, tra cui il miglioramento al Machine Learning e all’AI (Intelligenza Artificiale), rendendo l’assistente vocale migliore diprima. Ogni cosa (azione) viene fatta dal dispositivo e non su Cloud, Google, inoltre, ha detto che la prossima generazione dell’assistente vocale di Google potrò rispondere 10 volte più immediato di prima, tutto in tempo reale. Questi risultati sono totalmente spettacolari.

Google ha mostrato interessanti notizie per le Google Lens all’I/O 2019. Include miglioramente nella traduzione e modelli tridimensionali 3D con l’integrazione a Google Search. L’azienda ha inoltre mostrato alcune nuove iniziative.

  • Google Lens arriveranno per Google Search con modelli nel mondo reale
  • Nuovi strumenti verranno aggiunti alle Google Lens quali menu, controlli, traduzione e altro
  • Google introdurrà i podcast e coprirà pienamente le notizie, verso la fine dell’anno
  • Google Assistant nella modalità guida migliorerà l’interfaccia utente con suggerimenti.
  • Google Duplex per il web potrà aiutarti a completare un task su Chrome su Android
  • Potrai annullare le sveglie con Google Assistant semplicemente dicendo “Stop” senza i comandi “Hey Google”
  • Google Maps introduce la modalità incognito per ricerche e navigazione private

Android Q

Durante la conferenza sono state introdotte molte novità per Android Q. Android Q avrà la dark mode (modalità scura), supporto al 5G (rete di quinta generazione) e il supporto ad alcuni dispositivi non Google Pixel, che potranno girare Android Q Beta.

Hardware: Google Pixel 3a, Nest Hub Max

Pixel 3a – Pixel 3a XL

Foto: Google Pixel 3a e Pixel 3a XL

Foto: Google Pixel 3a e Pixel 3a XL

Nuovi prodotti hardware sono stati presentati alla conferenza Google I/O 2019. Google Pixel 3a parte da 399 dollari (399 euro), offrendo funzionalità sia a livello hardware eìe anche software potenzialmente affidabili e funzionali.

Nest Hub – Nest Hub Max

Foto: Google Nest Hub e Nest Hub Max

 

Nest Hub un’altoparlante da 129 dollari (129 euro), don 10w si tweet frontale e 30w di woofer sul retro, offre uno schermo da 10 pollici con una risoluzione di 1200 x 800 pixel, una videocamera da 6,5 pollici con la possiblità di chiderla assieme al microfono, così da permettere un grado in pù di privacy per l’utente.

Google Fuchsia

Foto: Google Fuchsia

Foto: Google Fuchsia

 

Durante l’evento, Google ha menzionato Google Fuchsia, un sistema operativo di prossima generazione per tutti i tipi.

Google Fuchsia è un sistema operativo sviluppato da Google, progetto inizialmente apparso su GitHub nell’Agosto del 2016, senza alcun annuncio ufficiale. Google Fuchsia è basato su un nuovo microkernel chiamato “Zicron”

Il nuovo sistema operativo potrà essere eseguito su tutte le piattaforme, dai sistemi embedded agli smartphone, tablet e personal computer. Nel maggio del 2017, Google ha aggiornato l’interfaccia di Fuchsia, dopo diversi commenti da diversi sviluppatori.

Zicron

Zicron è derivato da “Piccolo Kernel”, un piccolo sistema operativo per sistemi embedded, sistema sviluppato da Travis Geiselbrecht, un creatore del kernel NewOS usado a Haiku (sistema libero e open source).

Fonte: Google