Articoli

WWDC 2019 - Siri, AR e molto altro

La Worldwide Developers Conference 2019 si terrà dal 3 Giugno fino al 7 Giugno, a San Jose presso il McEnery Convention Center. Come detto in un precedente articolo, quello che Apple presenterà, ora lo ripropongo, ma con alcune notizie in più.

 

WWDC 2019 - Siri, AR e molto altro

WWDC 2019 – Siri, AR e molto altro

Oggi condivido maggiori dettagli su cosa Apple presenterà. Apple dovrebbe presentare nuove API e funzionalità per gli sviluppatori.

Nuovi Siri Intents

Veranno presentati i nuovi Siri Intent per gli sviluppatori, che potranno adottare, inclusa l’opzione per la riproduzione di file multimediali, ricerca, chiamate vocali, gestione biglietti per eventi, allegati per messaggi, viaggi dei treni, voli, gate dell’aeroporto e informazioni per i passeggeri sul posto in aereo.

Miglioramenti al Progetto Marzipan

Gli sviluppatori potranno fare il porting delle proprie applicazioni iOS su Mac, dove avranno accesso a nuove API che permetteranno alle applicazioni con il framework UIKit di essere integrate con funzionalità specifiche di Mac tale come la Touch Bar e la barra dei menu (scorciatoie da tastiera incluse). Le applicazioni UIKit sul Mac saranno in grado di aprire più finestre simultaneamente.

Foto: Apple - WWDC Marzipan Project

Foto: Apple – WWDC Marzipan Project

Le applicazioni in Split View, facendo il porting da iOS avranno l’abilità di essere ridimensionate trascinando il lato centrale (lato di divsione tra le due applicazioni) e si potrà fare il reset, semplicemente facendo doppio click sul divisiorio.

Abilitare il supporto Mac per un’applicazione iOS esistente è semplice, si dovrà spuntare una casella in Xcode, come per scegliere di creare un’app e farla anche per iPad, basta dalle impostazioni di Xcode, selezionare o deselezionare iPad, iPhone o Universal (per tutti i due device).

Realtà Aumentata

La realtà aumentata sulla piattaforma Apple avrà dei netti miglioramenti quest’anno, incluso un nuovo Framework scritto interamente in Swift per la realtà aumentata e un’applicazione che permetterà agli sviluppatori di creare esperienze AR visuali.

ARKit potrà rilevare le pose delle persone. Per gli sviluppatori di giochi, il sistema operativo supporterà controller di gioco esterni.

Taptic Engine, NFC e molto altro

Un nuovo framework permetterà agli sviluppatori di avere più controllo su Taptic Engine, che attualmente offre poche funzionalità e poco controllo. C’è anche una nuova funzionalità per gli sviluppatori che include la preview dei link nelle proprie applicazioni, una cosa simile si può trovare nell’app iMessage, nelle conversazioni.

NFC stà per avere maggiori miglioramenti, inclusa l’abilità per sviluppatori di terze parti di leggere qualsiasi tag ISO7816, FeliCa o MiFare. Attualmente, sono solo supportati i tag NDEF che possono essere letti da applicazioni di terze parti.

Foto: keolabs - ISO 7816

Foto: keolabs – ISO 7816

Foto: Sony - FeliCa

Foto: Sony – FeliCa

Foto: mifare.net - MiFare

Foto: mifare.net – MiFare

Con la nuova versione del Framework CoreML, gli sviluppatori saranno in grado di aggiornare i loro modelli ML sul dispositivo. Per ora, i modelli devono essere istruiti inizialmente e sono statici dopo il loro rilascio. Questo permetterà alle applicazioni di cambiare il loro comportamento come per i modelli ML, che apprendono dalle azioni dell’utente.

Apple, inoltre stà aggiungendo nuove API per gli sviluppatori per effettuare analisi audio con il machine learning. Il framework Vision integrerà un classificatore di immagini, senza richiedere agli sviluppatori di integrare un modello ML per la classificazione di immagini all’interno di categorie comuni.

La funzionalità per la scansione dei documenti, che è disponibile in alcune applicazioni iOS, come l’applicazione Note, che sarà resa disponibile agli sviluppatori di terze parti con un nuovo framework disponibile per tutti.

Con una nuova API, le applicazioni saranno in grado di acquisire le foto da dispositivi esterni come fotocamere e Micro SD, senza perforza acceddere dall’applicazione Foto.

Sul Mac invece, le applicazioni saranno in grado di offrire una estensione ai file, migliorando come certe applicazioni come Dropbox, possono interagire con il Finder. Ci sarà anche una nuova API, dove gli sviluppatori potranno usarla per scrivere driver.

Apple rilascerà anche iOS 13, tvOS 13, macOS 10.15 e watchOS 6 il 3 Giugno, durante il keynote, dove gli sviluppatori potranno accedere subito alle beta, mentre per la beta pubblica, si dovrà aspettare il mese successivo. La versione finale dei sistemi, dovrebbe essere rilasciata a Settembre.

iOS 13

iOS 13 verrà presentato alla WWDC 2019, cosa spettarsi da questa nuova versione di iOS?

Modalità Scura (Dark Mode) e Multitasking

La attesissima modalità scura o Dark Mode, prima o poi verrà rilasciata, anzi, è già stata presentata ma su macOS 10.14 Mojave; ma non su iOS!!

Quindi, quanto giunge da vari, anzi molti rumors, Apple dovrebbe (speriamo) presentare la modalità scura su iOS 13.

In arrivo molti cambiamenti sull’iPad con iOS 13, come il supporto di avere più finestre aperte conteporaneamente. Ogni finestra, potrà essere in grado di contenere dei fogli che saranno inizialmente uniti ad una porzione dello schermo, ma potranno essere anche rimossi con una gesture, semplicemente trascinando, diventerà una specie di tessera che si potrà spostarla in giro per lo schermo, simile a quanto permette questo progetto open-source chiamato “PanelKit“.

Foto: PanelKit

Foto: Panel Kit

Queste tessere potranno anche essere impilate su di esse e usando un’effetto profondità per indicare quale tessera è più in alto (più visibile) o meno visibile, quindi in basso. Le tessere potranno anche essere “gettate via” come per un’applicazione su Mac, che dalla barra dei Dock in basso, la “getti via”, verso la scrivania, creando una nuvolina ed un effetto di soffio, non appena rimossa completamente dall abarra dei dock in basso.

Gesture per annulare, miglioramenti a Safari e gestione dei font

Altre novità che gli utenti iOS vogliono, è il sistema per annullare o ripristinare “Undo-Redo” una determinata azione compita nell’app Files, ma anche nell’app Mail e altre, visto che per ora, puoi solo che scuotere il dispositivo e annullare o ripristinare.

Con l’avvento di iOS 13 a Giugno, Apple intorudrrà, quanto riferito dai vari rumors, una funzionalità per annullare-ripristinare una determinata azione, introducendo un nuovo standard per l’immissione di testo sull’iPad. La gesture sarà possibile usando tre dita sulla tastiera, e spostarsi a destra o sinistra, permettendo all’utente di annullare o ripristinare un’azione. E’ anche possibile che gli sviluppatori saranno in grado di adottare questa interazione in in controllo custom, tramite una API pubblica.

Safari su iOS 13 per iPad automaticamente chiederà all’utente di utilizzare la versione desktop dei siti web quando necessario, impedendo un problema comune con gli schermi grandi di iPad.

La Gestione dei Font otterrà un importante miglioramento su iOS 13. Non sarà necessario installare un profilo per ottenere nuovi font all’interno del sistema. Ci sarà un nuovo pannello di gestore dei font nell’app Impostazioni. Un nuovo standard di selezione dei font sarà disponibile per gli sviluppatori e il sistema notificherà l’utente dell’apertura di un documento con mancanza di alcuni font.

App Mail intelligente, miglioramenti alla selezione di file e altro

L’applicazione Mail su iOS deve introdurre maggiori miglioramenti. L’app Mail sarà in grado di organizzare i messaggi in categorie come ad esempio marketing, acquisti, viaggi, “non importante” e molte altre, le categorie saranno anche ricercabili. Gli utenti potranno anche essere in grado di aggiungere dei messaggi come “leggi dopo” da aggiungere in coda, funzionalità simile ad applicazioni di terze parti.

Gli ingegneri stanno lavorando anche per rendere la collaborazione facile ad applicazioni document-based di terze parti, funziona simile è disponibile nelle applicazioni di categoria produttività, come Pages, Numbers e Keynote.

Il focus sulla produttività continua su iOS con l’implementazione di gesture per permettere agli utenti di fare la selezione di più elementi nelle Table View e Collection View, la quale renderà la selezione più semplice ed una UX (Interazione utente) più comoda, per quanto riguarda avere una mole di dati sulle tabelle o sulla griglia di elementi. Gli utenti saranno in gradi di trascinare con più dita sulla lista o una collezione di elementi, simile come cliccare e trascinare nel Finder sul Mac.

Ci sarà anche l’abilità agli sviluppatori di usare differenti barre di stato (chiara o scura) per ogni lato dell’app in modalità divisa (split-view), la quale impedirà problemi che potrebbero accadere in alcune app dove la barra di stato perderà contrasto con lo sfondo da un lato della split view. Le Split View sulle applicazioni Marzipan progettate per iPad che verranno eseguite su Mac avranno l’abilità di essere ridimensionate trascinando dal divisorio centrale e avranno una posizione di ripristino quando si farà il doppio click sul divisiorio, come con le attuali applicazioni su Mac, in modalità Split View.

Nuovo HUD del volume e altri cambiamenti

Altre novità che arriveranno con iOS 13 saranno l’app Promemoria riprogettata, un nuovo HUD del volume (versione attuale è molto fastidiosa) e miglioramenti a Siri.

tvOS 13

tvOS 13 cosa aspettarsi ?

tvOS 13 cosa aspettarsi ?

Apple TV Plus, il nuovo servizi in streaming presentato da Apple all’evento del 25 Marzo, che avrà importanti figure del cinema e delle serie TV, come Jennifer Aniston, Oprah Steven Spielberg e molti altri, per il lancio del servizio verso la fine del 2019. Quando verrà lanciato Apple Arcade, il quale ospiterà i giochi che potranno essere giocati sui seguenti dispositivi Apple, iOS, macOS e tvOS.

macOS 10.15

macOS 10.15

macOS 10.15

Non si conosce a priori le nuove funzionalità che verranno aggiunte al nuovo sistema macOS 10.15, ma da quanto riferito da vari rumors, il nuovo macOS includerà funzionalità provenienti da iOS, come le Siri Shortcuts, Screen Time e altre.

Ci sarà anche la possibilità che gli utenti Mac potranno collegare l’iPad ed usarlo come monitor secondario.

Foto: Apple - MacBook Pro mid-2012

Foto: Apple – MacBook Pro mid-2012

Ci sarebbe anche una novità, macOS 10.15 potrebbe diventare retrocompatibile, fino ai MacBook Pro retina mid 2012 ed oltre, e per gli iMac, late 2013 in poi, e questa cosa sarebbe un vantaggio per gli attuali possessori di queste versioni di Mac.

watchOS 6

Foto: Apple - Apple Watch

Foto: Apple – Apple Watch

Su Apple Watch arriverà l’attesissima funzionalità per il sonno, visto l’acquisizione di Apple dell’azienda Beddit, (ben due anni fa).

watchOS 6 sarà compatibile con Apple Watch 4 e precedenti come Apple Watch 3 ma si pensa anche per Apple Watch 2.

 

Video – Tutorial NicoDevItalia

 

 

Cosa pensi di questo articolo? fammelo sapere nei commenti qui sotto.

Apple ha rilasciato le nuove AirPods con il supporto a “Ehi Siri”.

Nuove AirPods

Sul sito Apple, avrai tre scelte di acquisto:

  • Custodia di ricarica wireless – € 89,00
  • AirPods con custodia di ricarica – € 179,00
  • AirPods con custodia di ricarica wireless – € 229,00
Schermata 2019-03-20 alle 14.12.16

Foto: Opzioni di acquisto delle AirPods

Quindi puoi acquistare le nuove AirPods con la custodia di ricarica (non wireless), con la custodia di ricarica wireless o, semplicemente la sola custodia di ricarica wireless.

Le AirPods hanno la porta Lightning per connetterle ad una fonte di ricarica, mentre le cuffie stesse, si ricaricheranno dentro alla custodia stessa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La custodia di ricarica wireless pesa 40 grammi, ha 44,3 x 21,3 x 53,5 mm di dimensioni e si ricarica in modalità wireless, con una base compatibile con lo standard Qi o tramite il connettore Lightning.

Le AirPods con custodia di ricarica wireless, supportano il comando “Ehi Siri” (abilitato anche grazie al doppio tap sulla cuffia).

Le AirPods offrono 5 ore di ascolto e 3 ore di conversazione con una sola ricarica. Grazie al chip H1, gli auricolari AirPods sanno quando li indossi, grazie ai sensori ottici e agli accelerometri di movimento, che rilevano il contatto con l’orecchio.

Il chip H1 attiva automaticamente il microfono e può indirizzare l’audio a entrambi gli auricolari o solo a quello che stai usando.

Fonte: Apple

L’analista Apple Gene Munster del Loup Ventures ha recentemente testao l’efficacia degli assistenti vocali su quattro altoparlanti intelligenti chiedendo ad Alexa, Siri, Google Assistant e Cortana una serie di 800 domande ad Amazon Echo, HomePod, Google Home Mini e Harmon Kardon Invoke.

Foto: Apple

I risultati indicano che Siri su HomePod risponde correttamente al 74.6% delle domande, un importante miglioramento rispetto al 52.3% del tasso di successo, quando Loup Ventures aveva chiesto 782 domande simili a Dicembre 2017.

quaad-1024x599

Foto: Loup Ventures

Siri su HomePod per ora rimane meno accurata del concorrente Google Assistant su Google Home, il quale risponde il 87.9% alle domande in modo corretto, nei test. Alexa su Amazon Echo e Cortana su Invoke seguono Siri su HomePod, rispondono corettamente al 72.5% e il 63.4% di domande nei test.

Screen-Shot-2018-12-18-at-4.15.55-PM-768x256

Munster ha attribuito l’accuratezza migliorata di HomePod a “l’abilitazione di più domini nell’ultimo anno”, in quanto una serie di aggiornamenti software negli ultimi mesi ha permesso al relatore di effettuare  e ricevere chiamate, pianficare eventi del calendario, impostare più timer, cercare canzoni da testi e molto altro.

Metodologia

Loup Ventures dice di aver chiesto ad ognuno di questi speaker intelligenti, le stesse 800 domande e le a graduate su due metriche: quando la query capisce e quando viene fornita una risposta corretta. L’impostazione delle domande sono state progettate per “testare in modo comprensivo l’abilità e l’utilità di ognuno degli smart speaker” basandosi su cinque categorie:

  • Locale – Dov’è il bar più vicino?
  • Commerciale – Puoi ordinarmi più tovaglioli di carta?
  • Navigazione – Come arrivo nella parte alta della città col Bus?
  • Informazioni – Chi dei Twins gioca stasera?
  • Comandi – Ricordami di chiamare Steve oggi alle 2 del pomeriggio.

La venture capital firm ha riferito che continua a modificare le domande impostandole in odrine che riflettano i cambiamenti delle abilità degli assistenti vocali. “La voce computerizzata diventa più versatile e gli assistenti vocali, diventano più funzionali, continueremo ad alterare i nostri test così che rimarranno esaustivi”, ha riferito Munster.

Risultati per Categoria

by-category-2-1024x652

Assistente vocale di Google, Google Assistant con Google Home, risponde correttamente a molte delle domande, quattro su cinque delle categorie nei test ma, manca Siri con HomePod nella categoria “Comandi”, secondo Loup Ventures:

Il vantaggio di HomePod, in questa categoria, potrebbe derivare dal fatto che l’HomePod trasmetterà richieste complete con il framework SiriKit, come per le richieste relative alla messaggistica, elenchi e praticamente qualsiasi altra cosa diversa dalla musica al dispositivo iOS, abbinata all’altoparlante. Siri su iPhone ha una piena integrazione con le email, calendario, messaggistica e altre aree, che si focalizzano nella categoria Comandi. La nostra domanda contiene anche un’ammontare di query relative alla musica, nella quale la HomePod si specializza.

Loup Ventures trova l’HomePod e Google Home in entrambe le categorie “locale” e “navigazione” dovuto a dati proprietari sulle mappe di Apple e Google. “Questi dati rappresentano un potenziale vantaggio comparativo a lungo termine per Siri e Google Assistant”, ha affermato Munster.

Cosa ci sarà dopo?

Le carenze di Siri sono state brutalmente esposte sull’HomePod, che si basa quasi interamente sull’assistente per funzionare, quindi le prove aneddotiche di miglioramento sono un buon segno, ma Apple ha ancoraun terreno signficativo per compensare i suoi concorrenti,

Loup ventures riconosce che Siri rimarrà limitato sull’HomePod, rispetto alle estese funzionalità su iPhone. “Questo è dovuto parzialmente all’apparente posizionamento dell’HomePod, non come ‘speaker intelligente’, ma come speaker da casa, dove si può interagire usando la propria voce per chiedere a Siri”, afferma Munster.

Quindi, la venture capital firm, afferma che continueranno a confrontare la HomePod con gli altri smart speaker, tra i rapidi progressi nell’Intelligenza Artificiale.

Fonte: LoupVentures

iPhone-X-Siri-World-Cup-screen-06122018

Foto: Apple

Manca oramai un giorno ai mondiali di Russia 2018, per non perdersi nessuna novità, si potrà chiedere a Siri di farsi dare le ultime notizie su quando giocheranno le prime squadre, quali e molte altre cose si potranno chiedere a Siri.

Bisogna essere sempre informati su tutte le ultime notizie, e quindi, alcune delle domande che potrete fare a Siri, saranno le seguenti:

  • Quando la Francia deve giocare con l’Australia?
  • Quali team sono nel gruppo A?
  • Chi è nella squadra d’Inghilterra?
  • Chi ha vinto tra Argentina e Islanda?

Siri aggiunge quindi il supporto per il calcio nelle seguenti Nazioni:

  • Brasile
  • Russia
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Malaysia
  • Turchia
  • Thailandia
  • Arabia Saudita
  • Israele

Ma ci sono anche altre 26 nazioni, pronte per supportare altri sport, tra cui il calcio, in Siri.

iPhone-X-World_Cup_Today_App_screen_06112018

I mondiali di Russia 2018, non potranno mancare, per questo chi vuole divertirsi giocando o informarsi su tutte le ultime novità, potrà, scegliere tra il vasto catalogo scelto con cura dagli editori dell’App Store, scegliendo tra una vasta varietà di giochi di calcio, tra cui FIFA Mobile e PES 2018, ma anche essere aggiornato in tempo reale, sia su mobile che anche su l’Apple TV, grazie a FOX NOW o BBC Sport.

iPhone-X-World-Cup-News-App-screen-1-06112018.jpg

iPhone-X-World-Cup-News-App-screen-2-06112018.jpg

 

iPhone-X-World-Cup-News-App-screen-3-06112018.jpg

Grazie all’applicazione News, non perderai alcuna notizia sul mondiale, e soprattutto, resterai sempre informato su tutto il mondo calcistico dei mondiali di Russia 2018, ma potrai anche leggerti dei libri che parlano di calciatori famosi, o, che hanno fatto successo/carriera con quello che amano fare, e, cioé, il calcio.

iPhone-X-World-Cup-iBooks-screen-06122018.jpg

Quindi non resta altro che aspettare il giorno 14 giugno, che inizieranno i mondiali di Russia 2018 fino al 15 luglio.

Foto: Apple

Oggi 4 ottobre 2016 Siri compie 5 anni dalla sua comparsa. Siri fu’ stato introdotto il 4 ottobre 2011. Siri è l’assistente vocale presente sugli iDevice. Siri era uno degli ultimi progetti di Steve Jobs in cui è stato fortemente coinvolto, nel mentre la sua salute era peggiorata. Comunque l’intelligenza degli assistenti vocali a origini negli anni 1980 Apple R&D iniziativa che prese posto dopo che Jobs lasciò la compagnia.